Cosa fare se perdi le chiavi di casa a Milano

di | 7 Giugno 2020

E’ probabilmente l’incubo di tutti rimanere fuori la propria casa, ad esempio se si sono perse le chiavi di casa. La vita frenetica del capoluogo Lombardo porta spesso a gravi dimenticanze, dato che la frenesia della routine può farci distrarre. Un esempio è quello delle chiavi di casa perse, cadute per sbaglio mentre si ha fretta di andare a lavoro oppure rimaste sul divano dentro casa. In ognuno di questi casi, purtroppo, il disagio è molto alto perché il desiderio del momento è quello di dover rientrare subito nell’abitazione. Quando ci si dimentica le chiavi di casa a Milano o si smarriscono, non occorre farsi prendere dal panico, perché esso non risolverà nulla. Se c’è un’emergenza in atto, è preferibile sempre chiamare i vigili del fuoco che interverranno prontamente, ma se non c’è nessun pericolo o valido motivo allora il problema deve essere risolto in un altro modo.

Sono tante le aziende o i professionisti in città che si occupano di apertura porte bloccate: ad esempio un buon fabbro economico Milano potrebbe fare al caso vostro dato che si prenderà anche pochi soldi per risolvere il problema. Il Fai-da-Te è invece sconsigliato, dato che potreste provocare dei danni alla serratura di casa e quindi provvedere poi a spese extra per farle riparare o sostituire. Insomma, sono tanti i rischi che possono accadere se si vuole aprire una porta bloccata o della quale non si ha più la chiave. L’improvvisazione può farci perdere tempo e soldi inutilmente, dunque meglio optare per un fabbro.

Chiamare il fabbro per farti aprire la porta

Un buon fabbro in pronto intervento arriverà nella tua casa a Milano in circa 30-60 minuti dalla chiamata e farà di tutto per aprire la porta di casa. I fabbri chiedono di solito il vostro documento d’identità prima di intervenire, perché devono essere certi che voi abitiate in quella casa: forzare una porta che non appartiene ad una vostra proprietà è reato, quindi anche l’artigiano deve potersi tutelare legalmente.

Una volta che il fabbro sarà sicuro che abitiate in quella casa, allora provvedere all’apertura, che nella maggior parte dei casi consiste nella rimozione di tutta la serratura e nel rimontaggio della stessa. Se la chiave si è persa, non sarà facile poterla ricostruire, bensì occorrerà cambiare la serratura del tutto. Se invece la serratura o la porta non sono di buona fattura, c’è il rischio che esse si rompino durante l’intervento e andranno cambiate urgentemente per rimettere in sicurezza l’abitazione. Un fabbro onesto sa bene come intervenire per svolgere un lavoro pulito e professionale, in modo tale che voi rimaniate soddisfatti.

Quanto costa un fabbro a Milano?

Tutti quelli che chiamano un fabbro si chiedono anche quanto possano costare gli interventi. Ci sono diversi fattori che incidono sul prezzo finale richiesto: innanzitutto si calcola il prezzo della chiamata, ovvero quanto richiede il professionista per venire a casa vostra solo a vedere qual è il problema (di solito tra i 30 e i 50€); dopodiché ogni fabbro applica un prezzo orario che varia a seconda dell’orario della chiamata (es. di notte e nei festivi costa di più) e del tipo di intervento, considerando il tipo di porta e serratura. Un’apertura porte a Milano può anche costare 400€, a seconda dell’orario in cui il fabbro viene chiamato e della difficoltà che incorre nell’aprire la porta di casa.