Consigli per muoversi a Milano

di | 9 Febbraio 2021

Il capoluogo lombardo è indubbiamente una delle città metropolitane più importanti non solo dell’Italia, ma di tutto il Vecchio Continente. Eppure, per chi ci arriva per la prima volta, oppure per chi non ha grande esperienza con l’uso dei mezzi pubblici, non sempre risulta agevole comprendere quale sia il sistema da usare per muoversi in maniera efficace e senza spendere un patrimonio.

Ci sono sempre più modi per poter attraversare Milano lasciando a casa la propria automobile, evitando di conseguenza i consueti problemi di traffico, ma anche di zone vietate, così come la difficoltà a trovare parcheggio. È chiaro che tante persone che arrivano in aereo devono informarsi prima, in maniera tale da avere le idee ben chiare sui mezzi di trasporto più validi da usare, senza dimenticare come il taxi Malpensa fino in centro rappresenta una delle soluzioni più pratiche, grazie anche alla presenza di diverse aziende che offrono un servizio vantaggioso e molto comodo.

Metro e bus di linea

In tutte le città più importanti al mondo, è molto importante avere delle ottime alternative rispetto all’impiego dell’auto. Anche Milano non fa eccezione da questo punto di vista, potendo disporre di un ottimo sistema di mezzi pubblici, che si snoda non solamente su rotaia, ma anche su strada. Nel capoluogo lombardo, infatti, c’è una metropolitana che si articola su ben quattro linee, che si differenziano in base al colore e al percorso ovviamente che viene seguito. Troviamo la Rossa, che va da Sesto 1 Maggio fino a Rho Fiera o Bisceglie, poi c’è la Verde, che va da Cologno Nord o Gessate fino a Piazza Abbiategrasso o Assago Milanofiori Forum, mentre la linea Gialla collega Comasina con San Donato e, infine, la linea Lilla va da Bignami allo stadio di San Siro.

Il tram

Tra i mezzi che sono più caratteristici della città meneghina troviamo, senza ombra di dubbio, il tram. Una rete che comprende la bellezza di ben 18 linee urbane, che si caratterizzano per avere una lunghezza complessiva pari a 170 chilometri. Solamente uno di questi tram, però, va a varcare quelli che sono i confini del Comune di Milano, ovvero il 15, che si spinge fino a Rozzano.

Filobus e il passante ferroviario

Non sono ovviamente finiti qui i vari mezzi di trasporto che si possono sfruttare in quel di Milano. Troviamo, ad esempio, pure i filobus, con la presenza di quattro differenti linee. Il 90, che viene chiamato anche circolare destra, il 91, ovvero la circolare sinistra, il 92 e il 93. Da notare come le prime due linee mettono a disposizione un servizio continuativo che, nelle di punta, arriva fino a 3-6 minuti di frequenza.

Tra gli altri mezzi per muoversi a Milano troviamo il passante ferroviario, ovvero un’infrastruttura che si sviluppa quasi per la sua totalità sotto al livello del terreno, passando esattamente nel bel mezzo del capoluogo lombardo.

Il servizio di car sharing e la mobilità condivisa

Un altro sistema molto utile per evitare di usare l’auto è quello di prediligere un servizio come il car sharing, ovvero di auto condivisa. Si tratta di un servizio che ha preso piede a Milano fin dal 2013 e che ormai è diventato apprezzato e molto diffusi in buona parte della cittadinanza.

A livello europeo, in effetti, Milano può contare su uno dei sistemi di car sharing che funzionano meglio, visto che ci sono addirittura sei operatori, così come più di 2000 vetture che circolano. Certo, non sempre è una soluzione vantaggiosa dal punto di vista economico, ma in ogni caso il risparmio sui costi del carburante e, in modo particolare, anche sul pagamento dei parcheggi, è di tutto rispetto. Con il passare del tempo, troviamo anche servizi che permettono di prendere a noleggio scooter elettrici, hoverboard e monopattini elettrici per muoversi a Milano senza inquinare.